Registrazione del contratto di affitto in ritardo, quali sono le sanzioni

Con l’ordinanza n. 6009/18 del 13 marzo 2018 la Cassazione ha evidenziato cosa si rischia se si registra il contratto di affitto in ritardo. Secondo quanto stabilito dalla legge (art. 1 comma 346 della legge 311/2004), il contratto di affitto deve essere registrato, a cura del locatore, entro 30 giorni dalla sottoscrizione della scrittura privata. Nei successivi 60 giorni, questi ne deve dare notizia sia all’inquilino che all’amministratore di condominio se si tratta di appartamento in un edificio. Cosa comporta non rispettare questi tempi? Leggi tutto “Registrazione del contratto di affitto in ritardo, quali sono le sanzioni”

Agente immobiliare: perché è centrale, cosa migliorare e le caratteristiche richieste

Le nuove tecnologie prendono piede, ma l’agente immobiliare continua ad essere una figura di riferimento. Secondo l’indagine “Il ruolo dell’agente immobiliare”, realizzata da Nomisma per conto di Fimaa (Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari), il 63% degli italiani che negli ultimi 4-5 anni hanno avuto esigenze di acquisto e/o di vendita di un immobile si è affidato ad un agente immobiliare. Il 51% ha utilizzato anche Internet, che mantiene prevalentemente una funzione informativa: il 28%, infatti, lo ha usato solo nelle fasi iniziali della ricerca o per farsi un’idea generale sul mercato. In molti casi, la Rete rappresenta lo strumento fondamentale per il primo contatto con l’agenzia (10%). Leggi tutto “Agente immobiliare: perché è centrale, cosa migliorare e le caratteristiche richieste”